Numero 198, pag 1 - Febbraio 2017

conseguenze dell’esito del referendum di dicembre, è stato l’avvicendamento del Ministro dell’Istruzione. Il dicastero di Viale Trastevere è passato a Valeria Fedeli. Pur non provenendo dal settore scolastico (siamo ormai rassegnati all’impossibilità (???) che il ministero possa essere guidato da un insegnante, magari di scuola statale), ha in prima battuta dimostrato una maggiore disponibilità all’ascolto delle istanze portate dalle organizzazioni sindacali, fra cui la nostra.

Numero 198, pag 2 - Febbraio 2017

Di seguito alcune anticipazioni di come sarà la mobilità per il 2017-2018:

- Superato, in via straordinaria e limitatamente a quest’anno, l’obbligo di permanenza triennale nella provincia e dell’incarico su scuola per tutti i docenti. Si tratta di una misura adottata a parziale compensazione degli errori operati dall’algoritmo;

Numero 198, pag 2 - Febbraio 2017

Alcuni dirigenti scolastici tendono ad essere più realisti del re e a voler dare anticipazioni dell’attuazione della 107 anche negli aspetti che devono essere necessariamente disciplinati dal contratto collettivo nazionale di lavoro, contratto che come ben sappiamo, non è ancora stato rinnovato.

Numero 198, pag 2 - Febbraio 2017

Come previsto dalla Legge 107, con il nuovo anno è entrato in vigore  lo School bonus, norma con la quale i contribuenti avranno la possibilità di effettuare donazioni a favore di scuole a propria scelta, in cambio di un credito d’imposta del 65%.

 

Numero 198, pag 3-4 - Febbraio 2017

Nel corso del mese di gennaio 2017, scadevano i 18 mesi dall’entrata in vigore della 107,  entro i quali il Governo doveva approvare le deleghe contenute nell’art. 23 "Delega al Governo in materia di sistema nazionale di istruzione e formazione". Si tratta di decreti legislativi finalizzati alla riforma di differenti aspetti del sistema scolastico che ora dovranno essere discussi nelle Commissioni Parlamentari.