Stampa
Categoria: Quesitario
Visite: 564

Gentili colleghi,

sono un’insegnante vostra associata, mi è stato chiesto di partecipare ad un convegno in Francia come relatrice a fine settembre. Intendo chiedere 2 giorni di permesso (o meglio 1 se riesco a farmi dare come giorno libero uno dei due). Rientra nei giorni previsti per la formazione, vero?

Grazie per una delucidazione in merito.

Elisabetta P.

 

Cara Elisabetta,

la fruizione del diritto alla formazione è normato dall’art. 64 commi 5 e 7 del CCNL 2006-2009 ancora vigente. In particolare al comma 5 si legge: “Gli insegnanti hanno diritto alla fruizione di cinque giorni nel corso dell’anno scolastico per la partecipazione a iniziative di formazione con l’esonero dal servizio e con sostituzione ai sensi della normativa sulle supplenze brevi vigente nei diversi gradi scolastici. (…)”.

Al comma 7: “Le stesse opportunità, fruizione di cinque giorni e/o adattamento dell’orario di lavoro devono essere offerte al personale docente che partecipa in qualità di formatore, esperto e animatore ad iniziative di formazione. Le predette opportunità di fruizione di cinque giorni per la partecipazione ad iniziative di formazione come docente o come discente non sono cumulabili. (…)”.

Il comma 5 definisce il diritto ed il 7 riguarda proprio la tua situazione specifica.