Stampa
Categoria: Ottobre 2020
Visite: 295

Numero 209, pag 5 - Ottobre 2020

Il prossimo 15 novembre scadrà il termine per la presentazione della domanda di 150 ore di permesso per diritto allo studio che potranno essere fruiti a partire dal 1 gennaio 2021  per tutta la durata dell’anno solare. Tale domanda va presentata presso la scuola di servizio e la disciplina è normata dai contratti integrativi regionali (CIR) che ne possono modificare l’ampiezza e modalità di fruizione.

 

La domanda potrà essere inoltrata sia dal personale docente assunto con contratto a tempo indeterminato che determinato (purchè con incarico almeno al 30.06 o 31.08) sia in regime di part time (per i quali il beneficio sarà proporzionale all’orario di servizio) che con orario intero. I permessi possono essere fruiti a giorni oppure ad ore ed includono i tempi di spostamento per raggiungere la sede del corso.

La presentazione dell’istanza non implica necessariamente l’accoglimento della stessa, il beneficio viene infatti concesso solo al 3% del personale in servizio.

I permessi possono essere ottenuti per la frequenza di corsi on line o in presenza che rientrino in orario di servizio; non sono invece consentiti per attività di studio personale, nella maggior parte dei Contratti Integrativi Regionali. I corsi devono appartenere alle seguenti tipologie:

corsi finalizzati al conseguimento di un titolo di studio post-universitario

La Funzione Pubblica ha esteso la possibilità anche alla fruizione di corsi on-line purchè sia dimostrabile sia l’iscrizione che gli esami svolti.    M.G.